L’Anniversario

28

Febbraio
testi: A. Forgione, G. Caruso consulenza ai testi: Roberto Flammia regia: Roberto Flammia
Irpinia oggi. Carmela e Vincenzo sono una coppia di mezza età con due figli Tiziana e Pasqualino.Tiziana quasi venticinquenne è fidanzata con un giovane dell'alta società cittadina, Roberto, antipatico e mammone dalla nascita, mentre Pasqualino è un adolescente che passa le sue giornate ridendo e scherzando su sua madre Carmela. Vincenzo Pennello, capo famiglia, costantemente nervoso, lavora come pittore. Al suo fianco non deve mai mancare oltre che al pennello, Giovanni, fedele assistente e ragazzo dal cuore buono. Carmela Bellezza, brava donna e mamma responsabile, vive la sua vita mettendo d'accordo le continue beghe familiari e producendo succulente pizze di ricotta. Tutto inizia quando un mazzo di fiori arriva in casa Pennello, proprio nel giorno in cui la coppia compie venticinque anni di matrimonio. Carmela non si sarebbe mai aspettata questo bel regalo da marito tirchio e smemorato... Il problema è che il mazzo non è indirizzato a lei, ma a Tiziana! Da parte del giovane nobile Roberto, tirchio anch'esso e succube delle decisioni familiari? Solo Tiziana lo sa. Rivelerà dunque che il mazzo di fiori arriva nientedimeno che dagli stati uniti, regalo da parte dello zio Tony, fratello di Vincenzo, con cui però non ha nessun contatto da anni per via di un episodio giovanile. E sarò proprio il fratello Tony insieme alla sua compagna a sconvolgere le dinamiche familiari di casa Pennello rendendo la storia intrinseca e ricca di risate, il tutto all'interno di una grande festa di anniversario per Vincenzo e Carmela.