Frankenstein jr., commedia musicale

21

Novembre
di Mel Brooks Riadattamento a cura di Katia Cogliano Il Dr. Frederick Frankenstein, un insegnante statunitense di medicina, si reca in Transilvania per reclamare la sua eredità: il Castello di suo nonno, il Barone Victor von Frankenstein. Qui presto scopre un libro scritto dal nonno intitolato "Come lo feci". Con l'aiuto della sua assistente Inga e di Igor, il gobbo, mette insieme un uomo e tenta di riportarlo in vita all'interno del laboratorio di suo nonno. Igor, mandato a rubare il cervello di Hans Delbruck (scienziato e luminare), prende quello sbagliato e così il mostro, dotato di un cervello anormale, risulta muto e aggressivo. Il mostro fugge terrorizzato e viene ricatturato e Frankenstein calma il mostro dicendogli che è un bravo ragazzo. Dopodichè decide di presentare la sua creatura al mondo scientifico, esibendosi con il mostro in un ballo dimostrativo sulle note di "Puttin' on the Ritz". Ma durante questo spettacolo un faretto di scena esplode e il mostro spaventato attacca la folla e viene catturato dalla polizia. Il mostro scappa di prigione e, dopo l'evasione, rapisce la fidanzata di Frankenstein (Elizabeth), la porta nel suo nascondiglio e la seduce. Frankenstein riesce ad adescare nuovamente il mostro, portandolo al suo castello, e tenta un nuovo esperimento: scambiare parte del suo cervello con quello del mostro, in modo da dare alla sua creatura delle capacità intellettive. L'esperimento alla fine riesce e il mostro, ora diventato completamente umano, usa un linguaggio lodevole nei confronti del suo creatore di fronte alla folla degli abitanti del villaggio che intanto tentavano si assalire il castello. Tutto avrà un lieto fine con il matrimonio fra Frankenstein e Inga e il mostro con Elizabeth.